Ristorante Perla Blu La Maddalena

Ristorante Perla Blu a La Maddalena

Ristorante
Perla Blu

Ristorante Perla Blu La Maddalena

Ristorante Perla Blu

di
Giovanna Baisini

Piazza Barone des Geneys, 7
07024 La Maddalena (OT)

email: perlablulamaddalena@gmail.com

email: info@ristoranteperlablu.it

prenotazioni: 339 26413260789 735373

prenotazioni: prenota

web: ristoranteperlablu.it

facebook: @LaPerlaBluRistorante

Il Ristorante Perla Blu partecipa al contest “Food for Change: A Tavola con Garibaldi” nell’ambito di Giugno Slow 2021 a La Maddalena.

Il menù che vi proponiamo manifesta la volontà di adottare una cucina salutare, poco elaborata, nel rispetto dei prodotti e dell’ambiente, ma nel contempo gustosa e coinvolgente. L’obbiettivo è quello di minimizzare gli sprechi e valorizzare anche le parti meno nobili dei prodotti.
La materia prima proviene prevalentemente dal nostro territorio: il pescato dai nostri pescherecci a km zero, la bottarga di muggine, famosa in tutto il mondo non ha bisogno di presentazioni , il pane carasau utilizzato come panatura copre per lui un ruolo insolito, il miele di Mamau che viene prodotto spostando le arnie sul territorio in base alle fioriture… La dispensa di Garibaldi ci consente una piccola evasione, rimanendo però legati al gusto del Generale.

ANTIPASTO:
Tiepida di seppia con bottarga di muggine, mousse di piselli, cipolla caramellata e cialda al nero.
Costo Antipasto € 13.00

PIATTO PRINCIPALE:
Baccalà con panatura di carasau, accompagnato da pescanoce in pastella e salsa Pil Pil
Costo Piatto Principale € 20.00

DESSERT:
Mousse di ricotta di pecora con fondo di caffè, pompia e miele
Costo Dessert € 7.00

Costo totale : € 40.00

Il contest ci permette di proporvi in abbinamento due vini provenienti da due meravigliose isole:

INFATATA, malvasia secca, uva prodotta sull’isola di Salina e JOAQUIN DALL’ISOLA, Greco, Falanghia, Ciunchesa, Biancolella, tutte uve coltivate sull’Isola di Capri. In questi vini i profumi del mare si uniscono a quelli della terra dove il sudore del contadino ha permesso a noi di assaporare questo nettare.

Vini consigliati:

Infatata-Malvasia secca-Salina IGP
Caravaglio (Lipari,Sicilia)

€ 6.00 calice
€ 33.00 bottiglia

Joaquin dall’Isola-Campania Bianco IGT
Joaquin (Lapio, Campania)
Greco, Falanghina, Biancolella, Ciunchesa-Irpinia

€ 10.00 calice
€ 68.00 bottiglia

Il 14 luglio si è conclusa la prima fase, caratterizzata dal voto popolare in presenza e online, del contest “Food fo Change: A Tavola con Garibaldi” e l’Organizzazione di Giugno Slow ha reso nota la lista dei ristoranti (questo ed altri 4) che passano alla fase finale, di valutazione da parte della giuria di qualità, .

Lunedì 19 Luglio la giuria di qualità è passata ad assaggiare i menù dei primi cinque classificati.

Il 21 luglio la Giuria di Qualità ha infine designato i vincitori.

La Perla Blu si è classificata al secondo posto!!!

Prodotti utilizzati nelle preparazioni

Seppia, pescatori porto di Cala Gavetta;
Bottarga di muggine, prodotto dall’azienda Sarda Affumicati, Buggerru (CA);
Piselli, prodotto acquistato al mercato settimanale, proveniente dal Sulcis Iglesiente;
Nero di seppia, per utilizzare una parte della seppia che diversamente verrebbe scartata, dal pescato locale;
Baccalà;
Pane carasau, utilizzato per la panatura Panificio Mellino, Bitti;
Pescanoce, prodotto acquistato da filiera sarda al mercato settimanale;
Ricotta di pecora, Caseificio l’Armentizia Caseificio, Siniscola (Nu);
Cialda caffè, recupero di parte di scarto del caffè;
Pompia, Azienda Agricola Loi Corona, Loc. Murtas Artas, Siniscola (NU), Biologico;
Miele artigianale, prodotto da Mamalu, prodotto Siamanna e Zerfaliu, Oristano;
Infatata – Malvasia secca. Salina IGP Lipari, Biologico, Vino elenco Slow Wine;
Joaquin dall’Isola-Campania Bianco IGT, Uve coltivate sull’isola di Capri, vitigni in conversione biologica,
lieviti autoctoni e nessun controllo della temperatura, raccolta solo manuale, nessuna tecnologia, da … viticoltura eroica.

 

Scelte virtuose

Il nero di seppia viene utilizzato per preparare la cialda al nero, permettendo anche una valorizzazione cromatica del piatto.
I fondi del caffe che rimangono dopo la preparazione dello stesso, vengono utilizzate nel dessert per insaporire delicatamente la ricotta, piuttosto che essere smaltiti.
Incentivo all’utilizzo della doggy-bag.
Utilizzo di prodotti di prossimità (entro 50 Km): seppia, nero di seppia
Gran parte dei detergenti utilizzati sono certificati biologici e dotati di ricarica.
La fornitura di energia elettrica proviene per circa il 38% da fonti rinnovabili.
Abbiamo eliminato totalmente la plastica, passando, per l’asporto, a stoviglie ecologiche.
Proponiamo menù con portate ridotte per anziani e bambini, per evitare spreco.
In caso di banchetti o buffet, il cibo in eccedenza viene dato a persone bisognose .
Le rimanenze invece a chi si occupa di canili e gattili.

La rivoluzione comincia a tavola

…ogni rivoluzione parte da dei contest…attori… ecco i nostri: